RONDELLE DI CAROTE AL FORNO

RISULTATO0RONDELLE DI CAROTE AL FORNO

 

Dosi per 4 persone
Tempo: 1 ora
Difficoltà: Bassa

 

 

INGREDIENTI
1 kg di carote
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale q.b.
Origano q.b.

PREPARAZIONE
Lavate le carote sotto l’acqua fredda e tagliate le due estremità.
Affettate le carote abbastanza finemente e adagiatele su una pirofila sufficientemente ampia al fondo della quale avrete messo un filo di olio d’oliva.
Condite con sale e origano a piacimento e date una breve mescolata.
Nel frattempo preriscaldate il forno a 180°.
Lasciate cuocere per 45 minuti se utilizzate forno ventilato o 1 ora se utilizzate forno statico, girando le carote di tanto in tanto poiché si cuociano uniformemente.
Quando saranno pronte, estraetele dal forno, lasciatele raffreddare qualche minuto e servite.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Per chi non gradisse l’origano è possibile variare anche con rosmarino o altre spezie, oppure fare una cottura non speziata con solo sale e olio.

CONSIGLI PREZIOSI

E’ importante girare le carote ogni 10 minuti circa affinchè quelle in superficie non si brucino e quelle sotto non rimangano crude.

UN TOCCO IN PIU’
Per chi gradisce verso fine cottura è possibile dare una spruzzatina di succo di limone alle carote che renderanno il loro gusto dolce un po’ più aspro e così il vostro piatto risulterà con… un tocco in più!

RISOTTO AL BARBERA

RISULTATO0RISOTTO AL BARBERA

 

Dosi per 4 persone
Tempo: mezz’ora
Difficoltà: Bassa

 

 

INGREDIENTI
320 gr di riso
40 gr di burro
Mezza cipolla
1 dado vegetale
1 bicchiere di vino rosso Barbera

PREPARAZIONE
In una pentola fate sciogliere il burro con la cipolla tritata finemente fino a quando non sarà leggermente dorata.
Unite il risotto a crudo e fate insaporire un po’ sulla fiamma, dopodichè versate dell’acqua con un dado nella pentola fino a coprire il riso.
Lasciate bollire, girando di tanto in tanto, fino ad assorbimento dell’acqua quasi completo.
A questo punto versate il bicchiere di Barbera e lasciate assorbire.
A fine cottura impiattate subito e servite caldo.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Se non gradite il Barbera potete usare anche un altro vino rosso di vostro piacimento purchè dal gusto forte e non dolce.

CONSIGLI PREZIOSI
Non lasciate asciugare troppo il riso dalla cottura con il vino, così il vostro risotto risulterà più cremoso.

UN TOCCO IN PIU’
Per chi lo gradisce si consiglia di dare una spolverata di parmigiano sui piatti da servire, gli donerà un gusto più dolce che contrasterà con il retrogusto amaro ed un po’ aspro del vino e così il vostro piatto risulterà con… con un tocco in più!

PACCHERI AL FORNO

RISULTATO0PACCHERI AL FORNO

 

Dosi per 4 persone
Tempo: 1 ora
Difficoltà: Bassa

 

 

INGREDIENTI
400 gr di paccheri
0,5 litri di passata di pomodoro fresco
80 gr di scamorza dolce
250 gr di mozzarella
2 cucchiai di parmigiano reggiano

PREPARAZIONE
In una pentola sufficientemente alta portate l’acqua salata ad ebollizione e fate cuocere i paccheri per il tempo indicato nella confezione.
Scolate i paccheri dall’acqua e versateli in una teglia da forno.
Condite con la salsa di pomodoro fresco e mescolate.
Aggiungeteci sopra la scamorza tagliate a cubetti, la mozzarella sbricciolata ed il parmigiano.
Senza mescolare mettete la teglia in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti se utilizzate forno ventilato oppure 35 minuti se utilizzate forno statico.
Estraete la teglia dal forno e, sempre senza mescolare, fate le porzioni tirando su la pasta con una paletta.
Servire fumante.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Per chi preferisse una pasta che rimane meno asciutta è possibile aggiungere insieme al formaggio un po’ di besciamella. In questo modo il vostro condimento risulterà più morbido al palato.

CONSIGLI PREZIOSI
Non scolate troppo i paccheri dall’acqua e conditeli subito, prima che si asciughino.
All’occorrenza aggiungere un filo di olio di oliva affinchè non si attacchino.

UN TOCCO IN PIU’
Per chi ama gli aromi è consigliato sbriciolare nella salsa di pomodoro fresco un po’ di peperoncino, ed in questo modo il vostro piatto risulterà… con un tocco in più!

ALI DI POLLO CROCCANTI

RISULTATO0ALI DI POLLO CROCCANTI

 

Dosi per 4 persone
Tempo: 1 ora
Difficoltà: Bassa

 

 

INGREDIENTI
8 ali di pollo
Olio d’oliva q.b.
Sale q.b.
Aromi misti per carne q.b.

PREPARAZIONE
Prendete una teglia da forno e cospargete il fondo con l’olio.
Dividete ciascuna ala di pollo in due parti.
Adagiate le ali di pollo nella teglia e conditele con sale e spezie.
Mettete la teglia nel forno che avrete preriscaldato a 200°.
Lasciate cuocere, girando di tanto in tanto, le ali di pollo per 45 minuti in forno ventilato oppure per 1 ora in forno statico.
A fine cottura impiattate e servite calde.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Se ne gradite il sapore, al posto oppure in aggiunta alle spezie, potete mettere nella teglia uno spicchio di aglio.

CONSIGLI PREZIOSI
Per avere delle ali croccanti si consiglia la cottura con forno ventilato, in assenza si consiglia di fare gli ultimi 10 minuti di cottura con grill, girando ogni 5 minuti.

UN TOCCO IN PIU’
Una cosa che si sposa molto bene con il gusto delicato della carne di pollo è il limone, per cui spruzzatene un po’ sulle vostre ali a fine cottura ed il vostro piatto risulterà… con un tocco in più!

FILETTI DI ORATA CON POMODORINI

RISULTATO0FILETTI DI ORATA CON POMODORINI

 

Dosi per 4 persone
Tempo: mezz’ora
Difficoltà: Bassa

 

 

INGREDIENTI
4 filetti di orata
10 pomodorini ciliegini
Olio d’oliva q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.
Prezzemolo q.b.
Limone q.b.
Vino bianco q.b.

PREPARAZIONE
In una padella versate l’olio e adagiate i filetti conditi con sale e pepe, con le squame rivolte sul fondo, e lasciate cuocere per una decina di minuti a fiamma bassa.
Con l’aiuto di una paletta girate i filetti facendo attenzione a non romperli e lasciateli ancora sulla fiamma bassa per altri 10 minuti.
Rigirate i filetti nel verso iniziale e date una spruzzata con il vino bianco.
Quando il vino sarà quasi assorbito unite in padella i pomodorini ciliegini tagliati a metà.
Lasciate sulla fiamma ancora qualche minuto, finchè i pomodorini si saranno ammorbiditi.
Verso fine cottura unite il prezzemolo ed una spruzzata di limone.
Servire caldo.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Se non avete o non vi piace il filetto di orata, potete fare la stessa ricetta anche con del filetto di platessa oppure di merluzzo.

CONSIGLI PREZIOSI
Non esagerate con la spruzzata di vino in quanto rischiate che i filetti, troppo imbevuti nel liquido, si disfino e quando li impiattate il risultato non sia ottimale.

UN TOCCO IN PIU’
Per rendere la ricetta più completa potete aggiungere delle olive nere tagliate a rondelline ed in questo modo il vostro piatto risulterà… con un tocco in più!

INVOLTINI DI ASPARAGI

RISULTATO0INVOLTINI DI ASPARAGI

 

Dosi per 4 persone
Tempo: 1 ora e mezza
Difficoltà: Bassa

 

 

INGREDIENTI
16 asparagi
4 fette di prosciutto cotto
1 etto di scamorza dolce
125 gr di mozzarella

PREPARAZIONE
Pulite e fate bollire in acqua salata gli asparagi fino a che, pungendoli, i gambi risulteranno teneri.
Una volta scolati dall’acqua e lasciati raffreddare adagiate 4 asparagi su una fetta di prosciutto cotto e, sopra gli asparagi, appoggiate 2 fettine di scamorza.
Avvolgete gli asparagi con la scamorza nella fetta di prosciutto ed adagiateli in una teglia da forno.
Ripetete questo procedimento per 4 volte.
Una volta preparati i 4 involtini sbricciolateci sopra la mozzarella.
Infornate in forno preriscaldato a 180° e fate cuocere per una mezz’ora circa.
Servite caldi.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Al posto o in aggiunta alla mozzarella è possibile mettere un po’ di besciamella.
CONSIGLI PREZIOSI
Non fate bollire troppo gli asparagi, poiché passandoli poi anche alla cottura in forno rischiate che si disfino le punte.

UN TOCCO IN PIU’
Una volta impiattati, se gradite, potete dare una spolverata di parmigiano sul vostro involtino ed in questo modo il vostro piatto risulterà… con un tocco in più!

SCALOPPINE DI POLLO AL LIMONE

RISULTATO0SCALOPPINE DI POLLO AL LIMONE

Dosi per 4 persone
Tempo: mezz’ora
Difficoltà: Bassa

 

 

 

INGREDIENTI
4 petti di pollo
Farina bianca tipo 00 q.b.
Olio d’oliva q.b.
Mezzo dado vegetale
Mezzo limone

PREPARAZIONE
Passate i vostri petti di pollo nella farina.
Adagiateli in una padella con un filo d’olio e mezzo dado.
Lasciateli cuocere a fiamma media per circa 15 minuti girandoli di tanto in tanto.
Riempite un bicchiere da cucina per una parte con il succo di mezzo limone e per la restante parte con l’acqua.
Versate il contenuto del bicchiere nella padella e lasciate evaporare a fiamma vivace per una decina di minuti.
Quando il sughetto sarà sufficientemente denso togliete la carne dalla fiamma ed impiattate.
Servire caldo.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Il succo di limone può essere anche allungato con un po’ di vino bianco anziché acqua, in questo modo il vostro sughetto rimarrà un po’ più aspro.

CONSIGLI PREZIOSI
Non esagerate con il limone, poiché se la carne rimane troppo aspra rischiate che risulti difficilmente mangiabile per chi non ama i sapori forti.

UN TOCCO IN PIU’
A fine cottura potete dare una spolverata di pepe nero alla vostra carne, ed in questo modo il vostro piatto risulterà… con un tocco in più!

FINOCCHI GRATINATI

risultato0FINOCCHI GRATINATI

Dosi per 4 persone
Tempo: 1 ora
Difficoltà: Bassa

 

 

 

INGREDIENTI
3 finocchi
100 gr di scamorza dolce
25 gr di parmigiano reggiano

PREPARAZIONE
Pulite e lavate i finocchi.
Divideteli in quattro parti ciascuno e fateli sbollentare in acqua salata per circa 30 minuti.
Scolateli e metteteli in una teglia da forno, poi grattugiateci sopra la scamorza dolce ed il parmigiano.
Metteteli a cuocere in forno a metà altezza, a 180° per 15 minuti con forno ventilato e 20 minuti con forno statico.
Lasciandoli nella stessa posizione nel forno, aggiungete alla cottura 5 minuti ancora con grill ventilato oppure statico a seconda che vogliate una gratinatura più o meno croccante.
Servire caldi.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Sulla gratinatura potete sbizzarrirvi come meglio preferite, scegliendo i formaggi da voi più graditi, indipendentemente da quello consigliato nella ricetta.

CONSIGLI PREZIOSI
E’ importante controllare l’ebollizione dei finocchi pungendoli di tanto in tanto, in quanto il tempo può variare a seconda delle dimensioni del finocchio, ed è importante scolarli quando sono un po’ croccanti, per evitare che poi la vostra ricetta una volta passata nel forno per la gratinatura risulti tutta disfata.

UN TOCCO IN PIU’
Per chi preferisce una gratinatura più o meno croccante si consiglia di aggiungere ai formaggi o un po’ di pan grattato o un po’ di besciamella, ed in questo modo darete al vostro piatto… un tocco in più!

RAVIOLI DEL PLIN AL RAGU’

ravioli

0RAVIOLI DEL PLIN AL RAGU

Dosi per 4 persone
Tempo: 1 ora
Difficoltà: Bassa

 

 

INGREDIENTI
800 gr di ravioli del plin
500 gr di macinato
Un pezzo di salsiccia
1 carota
Mezza cipolla
1 dado vegetale
800 ml di salsa al pomodoro
Olio q.b.
Vino bianco da cucina q.b.

PREPARAZIONE
In una pentola alta del diametro di almeno 24 cm versate un filo di olio.
Affettate la cipolla e la carota a piccoli cubetti, dopodichè versatele nella pentola con l’olio e fate soffriggere per qualche minuto a fiamma media fino a quando la carota non si sarà imbiondita.
A questo punto aggiungete la carne macinata ed il pezzetto di salsiccia sbriciolato.
Lasciate cuocere un po’ sulla fiamma media fino a quando l’acqua fuoriuscita dalla carne in cottura si sia quasi totalmente assorbita.
Aggiungete un po’ di vino bianco da cucina, fino a quando la vostra carne risulterà quasi ricoperta e gettatevi all’interno un dado vegetale.
Fate assorbire quasi totalmente il vino e poi aggiungete la salsa di pomodoro.
Fate cuocere a fiamma bassa per circa 40 minuti, o comunque fino a quando il sugo vi sembra asciutto al punto giusto di vostro gradimento.
Nel frattempo in un’altra pentola fate bollire dell’abbondante acqua salata e versateci i ravioli.
Lasciateli bollire per circa 10 minuti minuti, dopodichè scolateli .
Tuffateli nel ragù, scaldateli bene a fiamma bassa e serviteli ben caldi.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Per chi non la gradisce la ricetta del ragù può essere fatta anche senza carota.
Inoltre per chi non è solito utilizzare il dado in cucina può utilizzare mezzo pugno di sale grosso.
Ed ancora, per chi amasse il sapore un po’ più forte, può sostituire il vino bianco con il vino rosso.

CONSIGLI PREZIOSI
Fate attenzione a non far asciugare troppo la carne, in quanto mangiando il ragù potrebbe risultare troppo croccante sotto i denti.
Non fate mancare sulla tavola, insieme a questo piatto, una buona dose di parmigiano grattugiato.

UN TOCCO IN PIU’
Per chi ama gli aromi è consigliato spezzettare all’interno del vostro sugo gli aghi di un piccolo rametto di rosmarino, ed in questo modo il vostro piatto risulterà… con un tocco in più!

TAGLIOLINI AL RAGU’

tagliolini al ragu

0TAGLIOLINI AL RAGU

Dosi per 8 persone
Tempo: 1 ora
Difficoltà: Bassa

 

 

 

INGREDIENTI
400 gr di tagliolini all’uovo
500 gr di macinato
Un pezzo di salsiccia
1 carota
Mezza cipolla
1 dado vegetale
800 ml di salsa al pomodoro
Olio q.b.
Vino bianco da cucina q.b.

PREPARAZIONE
In una pentola alta del diametro di almeno 24 cm versate un filo di olio.
Affettate la cipolla e la carota a piccoli cubetti, dopodichè versatele nella pentola con l’olio e fate soffriggere per qualche minuto a fiamma media fino a quando la carota non si sarà imbiondita.
A questo punto aggiungete la carne macinata ed il pezzetto di salsiccia sbriciolato.
Lasciate cuocere un po’ sulla fiamma media fino a quando l’acqua fuoriuscita dalla carne in cottura si sia quasi totalmente assorbita.
Aggiungete un po’ di vino bianco da cucina, fino a quando la vostra carne risulterà quasi ricoperta e gettatevi all’interno un dado vegetale.
Fate assorbire quasi totalmente il vino e poi aggiungete la salsa di pomodoro.
Fate cuocere a fiamma bassa per circa 40 minuti, o comunque fino a quando il sugo vi sembra asciutto al punto giusto di vostro gradimento.
Nel frattempo in un’altra pentola fate bollire dell’abbondante acqua salata e versateci i tagliolini.
Lasciateli bollire per 2-3 minuti, dopodichè scolateli avendo cura di lasciarli con un po’ di acqua per evitare che si attacchino tra di loro.
Tuffateli nel ragù, scaldateli bene a fiamma bassa e serviteli ben caldi.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Per chi non la gradisce la ricetta del ragù può essere fatta anche senza carota.
Inoltre per chi non è solito utilizzare il dado in cucina può utilizzare mezzo pugno di sale grosso.
Ed ancora, per chi amasse il sapore un po’ più forte, può sostituire il vino bianco con il vino rosso.

CONSIGLI PREZIOSI
Fate attenzione a non far asciugare troppo la carne, in quanto mangiando il ragù potrebbe risultare troppo croccante sotto i denti.
Non fate mancare sulla tavola, insieme a questo piatto, una buona dose di parmigiano grattugiato.

UN TOCCO IN PIU’
Per chi ama gli aromi è consigliato spezzettare all’interno del vostro sugo gli aghi di un piccolo rametto di rosmarino, ed in questo modo il vostro piatto risulterà… con un tocco in più!