BAVETTE ALLE VONGOLE

bavette alle vongole

0BAVETTE ALLE VONGOLE

Dosi per 4 persone
Tempo: mezz’ora
Difficoltà: Bassa

 

 

 

INGREDIENTI
300 gr di bavette
100 gr di vongole sgusciate
Vino bianco q.b.
Il succo di mezzo limone
Prezzemolo q.b.
1 spicchio d’aglio
Olio d’oliva q.b.
Sale fino q.b.

PREPARAZIONE
In un tegamino fate soffriggere lo spicchio d’aglio diviso in due con un filo di olio di oliva.
Scolate le vongole dall’acqua e versatele nel tegamino, dopo aver tolto lo spicchio d’aglio ed aver fatto un po’ raffreddare l’olio.
Lasciate insaporire a fiamma bassa per qualche minuto mettendo un pizzico di sale e poi date una spruzzata di vino bianco da cucina.
Nel frattempo spremete il succo di mezzo limone in un bicchiere facendo attenzione a togliere tutti i semi.
Quando il vino sarà un po’ evaporato versate il succo di limone e lasciate ancora sulla fiamma bassa per qualche minuto.
A fine cottura aggiungete un po’ di prezzemolo.
Intanto fate bollire dell’acqua salata in una pentola, versate le bavette e a fine cottura conditele con il sugo di vongole.
Passate la pasta sulla fiamma e servitela ben calda.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Se preferite al posto dell’olio di oliva potete usare un pezzettino di burro.
Inoltre se preferite la pasta un po’ più gustosa, potete aggiungere della passata di pomodoro e rendere il sugo rosso.
Inoltre le vongole utilizzate nella ricetta sono quelle sotto acqua in vendita nei supermercati, ma per chi gradisce i gusti più autentici si può procedere con le stesse modalità utilizzando vongole fresche sgusciate.

CONSIGLI PREZIOSI
Fate attenzione a non far asciugare troppo il sugo, deve rimanere un po’ di bagnetto di vino e limone, altrimenti la vostra pasta risulterà troppo asciutta.
Per un ottimale preparazione si consiglia di non scolare troppo la pasta dall’acqua, in questo modo il vostro sughetto resterà più liquido e la pasta non risulterà troppo asciutta.

UN TOCCO IN PIU’
Per gli amanti dei gusti un po’ più “ speziati” si consiglia di dare una spruzzata di peperoncino rosso, così il vostro piatto risulterà… con un tocco in più!

FLAN DI SPINACI CON CREMA AL TALEGGIO

FLAN DI SPINACI

0 FLAN DI SPINACI

Dosi per 4 persone
Tempo: 1 ora
Difficoltà: Bassa

 

 

 

INGREDIENTI PER 4 FLAN
2 cucchiai di panna da cucina
50 gr di parmigiano reggiano
500 gr di spinaci
15 gr di pinoli
4 uova
Sale q.b.
Pepe q.b.
Olio di oliva q.b.

INGREDIENTI PER LA CREMA AL TALEGGIO

150 ml di latte intero
200 gr di taleggio

PREPARAZIONE
Pulite, lavate gli spinaci e dategli una sbollentata in acqua salata bollente.
Scolateli dall’acqua e lasciateli raffreddare, dopodichè spremeteli bene affinchè fuoriesca tutta l’acqua assorbita in cottura.
Mettete gli spinaci in una terrina ed uniteci le uova, il parmigiano reggiano grattugiato, i pinoli, un filo di olio d’oliva, la panna ed un pizzico di sale e pepe.
Mescolate tutto il composto con un cucchiaio, dopodichè tritate il tutto per bene con un frullatore ad immersione.
Una volta ottenuta una compatta crema verde utilizzare un cucchiaio per riempire fino alla cima gli stampini. Se usate stampini in acciaio imburrateli prima di riempirli, altrimenti usate gli stampini in alluminio usa e getta.
Una volta riempiti, gli stampini vanno adagiati all’interno di una teglia da forno a bordi alti dentro la quale verserete dell’acqua fino a coprire le gli stampini per un paio di centimetri.
In questo modo fate cuocere a bagnomaria in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti con forno statico, oppure per 15-20 minuti con forno ventilato.
Mentre i vostri flan stanno cuocendo procedete con la preparazione della crema al taleggio: in un pentolino versate il latte e poi tagliate il taleggio a fettine abbastanza sottili.
Fate sciogliere il taleggio con il latte a fiamma bassa, mescolando continuamente, per una ventina di minuti.
Quando i vostri flan saranno pronti, tirateli fuori dal forno e dalla teglia in cui sono stati immersi a bagnomaria, ed appena saranno un po’ raffreddati capovolgeteli in un piatto piano ampio e versateci sopra un’abbondante colata di crema al taleggio. Servite ben caldo.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Se non avete il tempo di pulire e lavare gli spinaci, potete anche usare quelli surgelati a cubetti per velocizzare la preparazione della vostra ricetta.
Per la crema, se preferite, potete sostituire il taleggio con un altro formaggio di vostro piacimento ed eventualmente miscelare il latte con della panna per rendere la vostra crema un po’ più densa, ma attenzione a non esagerare poiché rischiate che appena si raffreddi la vostra crema diventi troppo gommosa.

CONSIGLI PREZIOSI
Mescolate continuamente la crema di latte e formaggio, e fatela cuocere a fiamma bassa cercando di non farla bollire, per evitare la formazione di grumi.

UN TOCCO IN PIU’
Per chi vuole rendere il proprio piatto ancora più speciale, una volta adagiato il flan sul piatto e versata sopra la crema, date una grattugiata di noce moscata in modo da dare un sapore un po’ più speziato a questa delicata ricetta che così risulterà… con un tocco in più!

FRITTATA DEL MARINAIO

0 FRITTATA DEL MARINAIO

 

Dosi per 4 persone
Tempo: 40 minuti
Difficoltà: Bassa

 

 

 

INGREDIENTI
240 gr di tonno sott’olio
4 uova
Mezza cipolla
Sale q.b.
Pepe nero q.b.
Prezzemolo q.b.
Olio d’oliva q.b.
Pan grattato q.b.

PREPARAZIONE
In un pentolino fate ammorbidire mezza cipolle tagliata a fettine molto sottili, senza farle prendere troppo colore.
Aggiungete poi il tonno ben scolato dall’olio e fate passare per qualche minuto ancora sulla fiamma bassa.
Intanto in una terrina sbattete le uova con un pizzico di sale, pepe ed un po’ di prezzemolo.
Appena il tonno e la cipolla saranno un po’ raffreddati versateli nella terrina con l’uovo e mescolate bene il tutto.
Poi tritate il composto con un frullatore ad immersione.
In una teglia da forno cospargete il fondo con un po’ di pan grattato e versateci il composto tritato.
Mettete a cuocere in forno a 180° per 20 minuti.
Una volta cotta lasciatela un po’ fuori forno a raffreddare, e servite.
Buon appetito!

ALTERNATIVE PROPOSTE
Se non siete amanti della cipolla potete anche fare la ricetta senza aggiungere la cipolla, ma semplicemente con del buon tonno.

CONSIGLI PREZIOSI
Per verificare la ottimale cottura pungete la frittata con uno stuzzicadenti prima di estrarla dal forno, se fuoriesce asciutto vuol dire che la vostra frittata è pronta.

UN TOCCO IN PIU’
Se volete servirla dandole un aspetto un po’ “strano” potete tagliare la frittata a quadratini, metterli in un piatto piano ampio e alla cima di ciascun pezzo apporre un ricciolino di maionese con sopra un’oliva nera e fermare il tutto con uno stuzzicadenti, in questo modo i vostri ospiti potranno servirsi come ad un piacevole aperitivo, e la vostra semplice ricetta risulterà… con un tocco in più!